Sciacca cose da vedere nella città marinara dei cinque sensi

Sciacca cose da vedere nella città dei 5 sensi

Sciacca cose da vedere

Sciacca cose da vedere nella città dei 5 sensi

Quando si parla di vacanze a settembre, una delle mete migliori, soprattutto per il clima non può che essere la Sicilia, le sue calde giornate di sole sono davvero incredibili, e qui l’estate, sembra davvero non finire mai.

Per questo abbiamo deciso di portarvi quest’oggi alla scoperta di un’altra bellissima chicca di questa regione. Stiamo parlando di Sciacca, un borgo marinaro di straordinaria bellezza, suggestivo, elegante, ma al contempo, entusiasta, colorato e vivace, non per niente Sciacca è nota, per il suo goliardico carnevale, per il suo corallo e per la lavorazione della ceramica, dunque, una cittadina piena di tanta energia ed iniziative, capace di travolgerti e sorprenderti.

Non solo, Sciacca è un vero e proprio museo a cielo aperto che trabocca di arte, storia e cultura. Dunque, con tutto questo sole, perché rinchiudersi da qualche parte, quando con una semplice passeggiata si possono ammirare bellezze e reperti di ogni tipo, sentendo sul volto l’ebrezza ed il profumo del mare?

Ma qui a Sciacca le sorprese non sono finite. Questa ridente cittadina situata sulla costa nord occidentale della Sicilia, oltre ad essere una meta turistica molto gettonata è molto famosa anche per le sue terme romane, proprio quel che ci vuole prima di ritornare alla vita di tutti i giorni. Vi sentirete rigenerati, rilassati e più carichi che mai.

Davvero resterete incantati da questa bellissima città, già al primo sguardo!

Porterete per sempre con voi, impressa nella mente l’immagine di Sciacca, delle sue case colorate che dalla cima della rupe, scendono giù inesorabili come una cascata per poi riflettersi nel blu del mare, vi innamorerete dei suoi vecchi e pittoreschi pescherecci che attraccati al porto attendono pazienti la loro prossima traversata.

Delle pennellate perfette, che una dopo l’altra hanno saputo dar vita ad uno dei quadri più belli che abbiate mai visto.

Ma la vera meraviglia arriva al tramonto, quando tutto viene enfatizzato da incredibili riflessi e sfavillanti giochi di luci.

Ed allora, care e cari Happy Agers, cos’altro vi serve per partire insieme a noi per questo viaggio in Sicilia, alla volta di Sciacca tra le cose da vedere ed i luoghi più suggestivi?

 

Sciacca cose da vedere

Prima di iniziare il nostro tour a Sciacca tra le cose da vedere, dovete sapere che questa bellissima cittadina oltre ad essere un bellissimo anfiteatro affacciato sul mare, è una cittadina d’impronta medievale. Passeggiando infatti, per il suo centro storico vedrete che vi sono delle spesse mura difensive, intervallate da antiche porte, tra le quali spuntano anche di tanto in tanto, degli splendidi palazzi di quella che fu l’aristocrazia di un tempo.

 

Le Porte di Sciacca

Ed è proprio dalle porte cittadine che inizieremo il nostro viaggio. Come già anticipato, lungo le mura difensive, vi erano diverse porte utilizzate un tempo per poter entrare ed uscire dalla città. Tra le 5 porte, vi segnaliamo “Porta Palermo”, costruita durante il regno di Carlo II di Borbone, sulla quale è possibile notare ancora oggi il simbolo della casata regnante: l’aquila con le ali spiegate.

Dopo Porta Palermo merita una visita anche “Porta Salvatore”, rispetto alla prima, sicuramente più ricca di ornamenti. Vi sono anche lo stemma della città e quello della casata austriaca che regnava all’epoca.

 

Castello Luna

Dopo le Porte costruite lungo le mura medievali, ci dirigiamo ora verso uno dei simboli indiscussi della città, ovvero, il Castello Luna detto anche il Castello Nuovo, una straordinaria testimonianza, arrivata sino ai giorni nostri, dei trascorsi medievali di Sciacca.

Il Castello Luna fu eretto nel 1380 per volere di Guglielmo Peralta, un nobile italiano, conte di Caltabellotta, nonché signore di Sciacca, il quale fede costruire il castello nella parte alta della cittadina e da lì, austero ed imponente, domina tutta la città. Impossibile non notarlo.

 

Ma perché viene chiamato Castello Luna?

Semplicemente perché Guglielmo Peralta detto anche Guglielmone, decise di dare in sposa sua figlia Margherita al nobile Arturo di Luna, da qui, ecco spiegato il motivo del perché il Castello porta questo nome così dolce e romantico.

Del complesso poligonale del castello si possono ammirare ancora oggi:

  • ciò che resta delle sue mura difensive;
  • la torre cilindrica a due piani;
  • la base della torre grande,
  • il Palazzo del Conte, dalle cui finestre si può ammirare una vista incantevole sulla città.

Il Duomo

Restiamo sempre nel centro storico di Sciacca per visitare il maestoso Duomo di Santa Maria Maddalena, senza alcun dubbio, una delle attrazioni da non perdere assolutamente se siete nella città. Il Duomo (o Chiesa Madre), situato precisamente in Piazza Don Minzoni, è caratterizzato da una struttura tipicamente a croce latina, con tre absidi risalenti all’epoca normanna.

Già dall’esterno vi accorgerete che a padroneggiare è lo stile barocco abbellita con ulteriori decori e bellissime statue in marmo. Ma quel che vi meraviglierà saranno senza alcun dubbio gli interni. Appena entrerete vi consigliamo di volgere lo sguardo in alto per poter ammirare sul soffitto della navata un affresco realizzato dal pittore Tommaso Rossi, che raffigura l’Apocalisse.

Ci sono poi le tre navate laterali, nelle quali si alternano scene ed episodi della vita di Maria Maddalena.

Il Castello incantato

Dal Castello Luna, il nostro tour alla scoperta di Sciacca prosegue, verso un’altra meta davvero incantata, stiamo parlando appunto del cosiddetto “Castello Incantato”. Situato a pochi chilometri dal centro storico, precisamente nelle campagne circostanti della città, questo castello è davvero un luogo suggestivo, avvolto da un’atmosfera davvero particolare.

Lo scultore Filippo Bentivegna, ha realizzato delle opere davvero uniche nel loro genere: quadri i cui soggetti associati tra loro sono al quanto insoliti ed inspiegabili.

Ma non è tutto! Nel giardino tra ulivi e mandorli troverete più di 3.000 teste scolpite in tronchi d’albero e rocce. Infine, nella parte alta del castello, vi sono davvero tanti cunicoli di diversa larghezza e profondità, i quali formano un labirinto che conferisce a questo luogo ulteriore atmosfera.

Grotte vaporose di Monte Kronio

A Sciacca le cose da vedere non sono ancora finite. Da non perdere sono le leggendarie grotte vaporose di Monte Kronio o stufe di San Calogero, che secondo la tradizione costituivano la casa del dio Crono (il Saturno romano). In questo luogo la temperatura del vapore è in grado di raggiunge i 40 gradi con un livello di umidità pari al 100%!

Attorno a questo posto incredibile aleggia una leggenda legata alla figura di Dedalo. Si narra che Dedalo fosse il costruttore del labirinto del Minotauro a Creta. Fu proprio lui ad aver fatto in modo di convogliare i vapori che fuoriuscivano dalle fenditure della roccia per poterli poi utilizzare. Nacque così il mito delle stufe vaporose le quali venivano utilizzate sia dai tempi degli antichi greci per curare diverse malattie.

 

Grotte del Caricatore

A soli pochissimi minuti dal Porto di San Paolo, tra le cose da vedere a Sciacca troverete la vostra prossima tappa, ovvero, le Grotte del Caricatore. Si tratta di cuniculi all’interno dei quali un tempo veniva conservato il grano prima di essere spedito via mare.

Altri luoghi d’interesse da vedere a Sciacca

Ma non è finita qui, ecco altri luoghi d’interesse da vedere a Sciacca come:

  • La Scala Zig Zag, da scorgere tra i vicoli del Quartiere dei Marinai;
  • Scala Sedotta e Abbandonata il cui nome è tratto dal film di Pietro Germi girato proprio a Sciacca nel 1964. Salendo su per la scala potrete ammirare un bel panorama della città.
  • Il quartiere arabo di San Leonardo Street Art;
  • “Lu Chianu” ovvero situato nel Cuore di Sciacca. Si tratta di una magnifica terrazza che si affaccia sul porto della città;
  • La Scala della Lega Navale, uno dei siti che più di altri rappresenta al meglio l’arte della ceramica, simbolo di Sciacca;
  • Belvedere dei tramonti uno degli scorci più romantici dove scattare delle bellissime foto.

L’ecomuseo dei 5 sensi

Ma oltre ai suoi monumenti, Sciacca ti permette di vivere un’esperienza unica nel suo genere, un’esperienza che in pochissimi altri posti potrete vivere, un’esperienza in grado di catapultarti nella vita più autentica e nelle tradizioni più radicate della cittadina del luogo.

Esiste infatti a Sciacca un ecomuseo dei 5 sensi, grazie al quale potrete appunto diventare un cittadino temporaneo”, una bellissima iniziativa per condividere i tesori e le bellezze della città con tutti i suoi visitatori.

Il cittadino temporaneo incontrerà i Maestri di antichi mestieri dai quali apprendere ad esempio, l’arte della lavorazione della ceramica, del corallo (l’unico esempio di corallo sostenibile al mondo in quanto di origine fossile), stimolare l’udito imparando ad esempio ad ascoltare le voci del mercato.

Non solo imparerete a scoprire ed apprezzare le materie prime locali, della cucina siciliana, imparare a colorare la frutta martorana, imparare a fare il pane passando per il mulino per poi portare l’impasto alla cotture in un antico forno comunitario assieme alle nonne del paese e tanto altro.

Oltre 50 esperienze autentiche capaci di attivare i cinque sensi per vivere in profondità l’identità del territorio.

Potrete scegliere:

  1. Esperienze legate al tatto come preparare un dolce o la cartapesta;
  2. Esperienze legate alla vista come l’emozione di ammirare la città dall’alto di un elicottero;
  3. Esperienze legate al gusto come la degustazione del vino più antico d’Europa (4000 anni);
  4. Esperienze legate all’olfatto con piante aromatiche tradizionali e gli aromi tipici di questo territorio siciliano.
  5. Esperienze legate all’udito bendati per sentire tutti i suoni del mare.

Avreste mai detto di vivere tutto questo in una sola città? Cosa aspettate a diventare anche voi cittadini temporanei di Sciacca?

 

I tour di Happy Age in Sicilia

Se desiderate scoprire la Sicilia, i suoi borghi ed i suoi tesori più autentici, unitevi ai nostri gruppi in partenza per una vacanza tutto compreso ad esempio presso il Club Alicudi. CLICCA QUI e scopri tutti i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.