Innamorarsi a 50 anni è possibile ed ancora più bello. Come vivere l'amore

Innamorarsi dopo i 50 è possibile ed ancora più bello

innamorarsi dopo gli anta

Innamorarsi dopo i 50 è possibile ed ancora più bello

E’ possibile innamorarsi dopo i 50 anni? Anche quando si pensa di essere immuni all’amore, può rinascere un sentimento che, dopo gli anta, è più sincero e riserva gioie sentimentali inaspettate.

 

Innamorarsi dopo i 50 anni per l’amore non c’è età

Non c’è età per l’amore: sembra una frase estrapolata dal testo di una canzone, ma è la pura verità.

Perché il cuore non invecchia e, per certi versi, quando non si è più giovani è più sincero, più predisposto alla condivisione.

E va da sé che i meccanismi dell’innamoramento sono sempre gli stessi. Non variano affatto con l’età, comprese le delusioni, ma questo, ahimè, fa parte del gioco della vita.

E se è vero che felicità e autostima viaggiano insieme all’innamoramento, allora diventa fondamentale, specie dopo i 50, fare tutto ciò che aiuta ad avere maggiore fiducia in sé, a saper guardare con occhio critico, ma ironico, il proprio corpo che, inevitabilmente, cambia ed a stare bene con sé stessi.

L’importante è stare bene e in equilibrio prima con se stessi e poi con il prossimo e le cose arriveranno da sole, che sia una amicizia, una frequentazione speciale o un amore per tutta la vita.

Indubbiamente, superati i 50 anni, si entra nella così detta età matura, in cui per fortuna o per sfortuna, si diventa più realisti, più intransigenti ed anche meno propensi ad idealizzare le conoscenze e le storie, che siano d’amore o di amicizia.

Si fanno i conti con il vissuto, con le delusioni, le evoluzioni e i cambiamenti che la vita ci ha presentato nel corso degli anni.

Questo, non ci permette di essere spensierati ed ottimisti a prescindere, piuttosto, talvolta diffidenti e poco inclini al lasciarsi andare, a conoscere nuove persone.

Ecco, è proprio su questo che bisogna lavorare, iniziando a fare cose che favoriscono l’aspetto ludico, giovane e spensierato che, in fondo in fondo, dentro ognuno di noi, latente, non vede l’ora di tornare a galla.

Bisogna farsi trovare pronti alle novità, dedicare del tempo ai sani divertimenti, come le uscite serali, un cinema, la presentazione di un libro o un viaggio con una amica, meglio se organizzato con altre persone, così da avere l’opportunità di fare amicizia in un contesto spensierato.

Bisogna non chiudersi in sé stessi, non isolarsi, ma vivere la vita con ottimismo e lungimiranza.

Certo, l’arrivo della pandemia ha reso tutto più complesso, le certezze sono saltate e anche una semplice uscita è diventata complicata.

Ma ora che la situazione sembra tornare lentamente alla normalità, non abbiamo più scuse per dire no ad un’uscita serale o ad un appuntamento.

Sarà così più facile allargare la propria sfera di conoscenze e, perché no, incontrare chi ci farà battere di nuovo il cuore e sentire le farfalle nello stomaco.

Sarà così più facile essere pronti ad innamorarsi a 50 anni questa nuova conoscenza, sicuri di noi, dei nostri pregi e dei nostri difetti, che avremo imparato ad amare e che, chi vorrà, dovrà imparare ad amare.

Perché l’amore dopo i 50, inaspettato e quasi insperato, è un’esperienza nuova da prendere a piene mani, più consapevole, più realizzante.

E solo con quest’ottica e visione propositiva della vita, ogni cambiamento sentimentale, che sia nella coppia o al di fuori di essa, può essere vissuto pienamente a 360° gradi.

 

2 Comments

  • Non vi capisco!!!! Dopo 50? Se le donne partoriscono dopo 40!!!! Sicuramente ha scritto un uomo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.