Covid 19 e Green Pass. Domande e risposte per viaggiare sicuri - Magazine Happy Age

Covid 19 e Green Pass. Domande e risposte per viaggiare sicuri

come ottenere green pass

Covid 19 e Green Pass. Domande e risposte per viaggiare sicuri

Viaggiare in sicurezza: è questo l’obiettivo degli italiani per trascorrere le vacanze 2021 in totale relax e spensieratezza. Ma quanti di voi hanno le idee chiare tra Green Pass, vaccini, zone rosse, gialle e bianche?

In questi ultimi giorni, ci avete chiamati in tanti per chiederci delucidazioni e informazioni riguardo alla possibilità di viaggiare ed andare in vacanza. Nonostante i risultati confortanti della campagna vaccinale, a causa delle varianti in circolazione, il Decreto Legge del 23/07/2021 ha infatti reso obbligatorio a partire dal 06 agosto l’uso del Green Pass.

Fermo restando che la situazione è in continua evoluzione e che alcuni settori (tra cui le strutture ricettive e i trasporti) sono ancora in attesa di chiarimenti da parte del governo, cercheremo, allora, di fare maggiore chiarezza rispondendo nel modo più semplice ed esauriente possibile alle domande più frequenti dei nostri happyagers.

Iniziamo da una domanda semplicissima:

Domanda 1: cos’è il Green Pass?

Il Green Pass o (Certificazione verde COVID-19) è una certificazione in formato digitale (stampabile), emessa gratuitamente ed esclusivamente dal Ministero della Salute, attestante una delle seguenti condizioni:

  • Essersi vaccinati (in Italia viene emessa già dopo la prima dose)
  • Essere negativi ad un test molecolare o antigenico rapido effettuato nelle ultime 48 ore
  • Essere guariti dal Covid-19 negli ultimi 6 mesi

Domanda 2: È necessario il green pass per viaggiare in Italia?

Al momento è possibile viaggiare in Italia senza alcuna restrizione, in quanto tutte le regioni sono considerate zona bianca. Non sono previste limitazioni allo spostamento tra regioni neppure tra zone bianche e gialle. Solo nel caso in cui alcune regioni dovessero diventare di colore rosso o arancione, allora sarà richiesta Certificazione verde COVID-19.

Dal 06/08/21 il Green Pass sarà obbligatorio per accedere a:

  • bar, ristoranti, pub, pizzerie al chiuso. Non è obbligatorio per consumazioni all’aperto o veloci al bancone.
  • matrimoni, feste, cerimonie, ecc.
  • spettacoli ed eventi al chiuso;
  • competizioni sportive;
  • concorsi pubblici;
  • piscine, palestre, centri benessere, centri termali anche all’interno di strutture ricettive;
  • istituti e luoghi di cultura come cinema, teatri, musei, eventi culturali fiere, sagre, convegni congressi;
  • parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò;

Domanda 3: è necessario il green pass per viaggiare in Europa?

Il Green Pass consente di viaggiare in tutti i paesi UE e dell’area Schengen senza l’obbligo di sottoporsi a quarantene.

Domanda 4: è obbligatorio il green pass per il soggiorno in hotel?

Al momento, il governo ha precisato solamente che il Green Pass è obbligatorio per l’utilizzo di centri benessere e termali anche se all’interno di strutture ricettive. Non è invece obbligatorio per accedere a bar e ristoranti al chiuso delle strutture alberghiere presso cui si alloggia. Ovviamente, l’obbligatorietà non sussiste per quelle strutture che dispongono dei servizi ristorativi all’aperto.

Domanda 5: il Green pass è obbligatorio sui mezzi di trasporto?

Il green pass sarà obbligatorio su tutti i mezzi di trasporto a lunga e media percorrenza a partire dal 01/09

Domanda 6: come posso ottenere il Green Pass?

Ottenere la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) è semplicissimo. È infatti possibile richiederla:

  1. accedendo al sito https://www.dgc.gov.it/web/ autenticandovi tramite tessera sanitaria o identità digitale (SPID/CIE)
  2. scaricando AppImmuni o App IO
  3. a breve, anche dal sito del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale

L’emissione della Certificazione viene quindi notificata via SMS (da “MinSalute”) o via e-mail da noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it e successivamente può essere scaricata e stampata. All’interno della certificazione è presente un codice a barre bidimensionale (QR Code), con firma digitale del Ministero della Salute, che ne attesta la veridicità e validità (fonte https://www.dgc.gov.it/web/)

Domanda 7: i viaggi Happy Age sono in sicurezza?

Happy Age si pone da sempre come obiettivo principale la sicurezza dei suoi ospiti, ancor di più oggi che viviamo la difficile situazione pandemica. Già dallo scorso anno, abbiamo selezionato solo strutture ricettive in grado di assicurare rigidi protocolli sanitari e ci siamo subito attivati per mettere in sicurezza le eventuali escursioni.

Per i nostri soggiorni di gruppo in formula Tour + Soggiorno e per i nostri Tour è richiesto il Green Pass. Chi non lo produce, non può accedere ai luoghi di visita che ne prevedono l’obbligatorietà. Per gli eventuali pranzi in ristorante nel corso delle escursioni saranno privilegiati i ristoranti all’aperto. Il Green Pass è inoltre obbligatorio per usufruire delle cure nei nostri hotel termali.

Ma non solo. Poiché sappiamo che uno dei maggiori timori dei nostri viaggiatori è quello di vedere vanificata la propria vacanza a causa di particolari restrizioni imposte, oppure, a causa di positività al tampone, abbiamo attivato la speciale Happy Age Insurance con estensione COVID-19.

Scopri qui tutti i dettagli Happy Age Insurance

Con Happy Age, la tua vacanza è al sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.