Le acque di Abano Terme: benefici, virtù, bellezze, natura e leggende

Abano Terme, tra storia, salute e leggende

acque di Abano Terme

Abano Terme, tra storia, salute e leggende

Continuano i nostri viaggi ispirazionali alla scoperta del nostro bel Paese. Dopo avervi proposto una Calabria insolita, alla ricerca delle bellezze artistiche e delle spiagge più belle di Crotone, oggi si cambia completamente registro. Oggi faremo uno full immersion di benessere e puro e sano relax.

E quando si parla di relax e benessere, una delle mete per antonomasia non può che essere Abano Terme.

Situata nel cuore della natura dei Colli Euganei, da oltre 2000 anni le acque fumanti di questa piccola cittadina della provincia di Padova in Veneto, costituiscono una fonte di benessere incredibile, in grado di rigenerare la mente, il corpo e lo spirito.

Abano Terme è il centro termale per eccellenza per concedersi qualche coccola tra terme, fanghi, massaggi, trattamenti, piscine e cure termali, spa e sport. Il tutto poi, inserito nello splendido scenario della natura più incontaminata.

Ed allora care e cari Happy Agers, se anche voi desiderate trascorrere una vacanza speciale all’insegna della salute, del relax, ma anche delle bellezze artistiche e culturali, della natura e perché no, anche dei piaceri della tavola, Abano Terme è proprio il posto giusto dove trovare tutto questo e molto altro.

Ma prima di indossare il vostro bell’accappatoio e le vostre ciabattine, è dovero sapere qualcosa in più circa le origini di Abano Terme.

 

Origini di Abano Terme

Che sia il più antico e importante centro termale d’Europa, assieme a quello di Montegrotto, non vi è dubbio, non a caso, Abano deriva dal greco “à ponos” e significa che toglie il dolore. Ma vi siete mai chiesti come si sono formate le terme di Abano?

Come detto, Abano sorge alle pendici dei Monti Euganei, formatisi circa 34 milioni di anni fa in seguito al susseguirsi di violenti alluvioni della pianura Padana e a fenomeni di vulcanesimo sottomarino.

Così, per diversi secoli si è creduto che l’elevata temperatura delle acque del Bacino Termale Euganeo, che spesso superano anche gli 80° centigradi, fosse dovuta alla presenza di magmi sepolti che riscaldavano l’acqua.

In realtà dipende soprattutto da un “semplice” fenomeno fisico generato dal calore della terra.

Ma partiamo dall’inizio. Dovete sapere cari amici, che il fenomeno è determinato da circuito geotermico ben preciso. Tutto ha origine dalle Piccole Dolomiti collocate nelle pre-alpi vicentine, dalle quali, le acque generate dalle piogge o dallo scioglimento delle nevi, invece di scorrere sul terreno, penetra tra le fratture presenti nella roccia, confluendo in un percorso sotterraneo profondo anche 4000 metri. La pendenza permette così alle acque di arrivare nel bacino euganeo che, per la sua conformazione geologica, consente all’acqua di risalire naturalmente in superficie.

 

Ma perché l’acqua diventa calda?

La risposta a questa domanda, sta proprio nell’origine stessa della terra. Più in profondità si va, più aumenta la temperatura interna della terra. Facciamo un esempio: ogni 100 metri di profondità la temperatura della terra cresce di circa 3 gradi centigradi. Questo numero rapportato alle profondità che le acque di Abano raggiungono prima di affiorare in superficie, spiega come mai diventano così calde.

Inoltre, durante il percorso sotterraneo, l’acqua calda sciogliendo i sali contenuti nelle rocce, acquisisce tutte le proprietà termali di cui sono note.

Chiarito il mistero sull’origine di queste antichissime terme, vediamo quali sono le proprietà delle acque di Abano Terme.

 

A cosa fa bene l’acqua termale di Abano Terme?

La fama che accompagna queste acque benefiche che sgorgano da oltre tremila anni nel territorio di Abano, è giunta sino ai giorni nostri. Ancora oggi sono infatti fonte di salute e benessere.

Non a caso, già nel IV secolo d.c. Claudiano definiva così il potere benefico di queste acque:

…“L’Acqua che sgorga dal Fuoco” che “senza danno fa recuperare il perduto vigore e si placa per il sofferente, che ritorna alla salute, la malattia”…

Vediamo allora a cosa fanno bene queste sorgenti di salute.

Classificata chimicamente come salso-bromo-iodica ipertermale, con un residuo fisso a 180°C di 5-6 grammi di sali per litro, le acque di Abano Terme hanno un alto potere terapeutico.

Sono un toccasana per chi soffre di osteoporosi, reumatismi, problemi infiammatori, malattie del sistema respiratorio, borsiti, tendiniti, lesioni traumatiche e postumi di fratture. Queste sono solo alcune delle tante patologie che possono essere curate dalle terapie termali di queste sorgenti.

Le acque del bacino termale di Abano e Montegrotto Terme sono utili, infatti, anche per alleviare patologie rinosinusali ricorrenti e croniche, infine, molto interessante è anche l’azione disinfettante e antisettica del suo potere rigenerante.

 

Leggende e curiosità delle acque di Abano

Il potere benefico di queste acque è tale che nel corso dei secoli sono state raccontate diverse leggende e curiosità.

 

La leggenda di Ercole e le sorgenti d Abano

Si racconta ad esempio, che Ercole con i suoi compagni, dopo aver affrontato e sconfitto Gerione, sfiniti e stanchi, trovano ristoro nelle miracolose delle acque dei colli Euganei. Ne furono talmente allietati che non vollero più ritornare in Grecia. Ma questa non è l’unica curiosità che aleggia attorno a questi magnifici luoghi.

 

Il tempio di Gerione

Si racconta che la fonte che aveva donato tanto sollievo ai guerrieri fu chiamata in greco Aponon. Ercole stesso, per purgare il male fatto a Gerione, gli costruì un tempio ad Abano in suo onore, concedendogli di diventare un vero oracolo.

Come scrive Svetonio, questa leggenda era ben conosciuta nel mondo romano; sicché l’imperatore Tiberio, mentre un giorno si recava nell’Illiria, volle ascoltare questo rinomato oracolo ed ebbe un perentorio responso, precisamente di dover buttare dei dadi d’oro nella fonte, proprio dove oggi si trova Abano, per conoscerne il fato che lo attendeva. La leggenda narra che i dadi gettati avessero reso preziosa l’acqua, attribuendole qualità non comuni per guarire varie malattie.

 

Cosa vedere ad Abano

Abano Terme non è solo fanghi ed acque terapeutiche, in realtà, vi sono diverse cose da vedere come:

  • il Viale delle Terme, via principale di passeggio nel centro storico;
  • il Santuario della Madonna della Salute;
  • L’affresco nel Monastero di San Daniele;
  • Piazza del Sole e della Pace;
  • il Colle del Montirone;
  • il Museo Internazionale della Maschera;
  • il Duomo di San Lorenzo;
  • Le Ville di Abano: Villa Bassi Rathgeb e Villa Rigoni Savioli.

E tra le tante bellezze artistiche di Abano che termina così il nostro tour virtuale in questa bellissima cittadina. Vi aspetta una vacanza rigenerante e totalizzante. Non resta che fare i bagagli e partire verso la patria del benessere.

 

I tour di Happy Age ad Abano Terme

Se desiderate scoprire Abano Terme per scoprire i suoi incantevoli scenari, ma soprattutto per rigenerarvi tra massaggi, spa, trattamenti acque sulfuree, unitevi ai nostri gruppi in partenza per una vacanza tutto compreso ad esempio presso l’Hotel Helvetia. CLICCA QUI e scopri tutti i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *